L’Agenzia delle entrate-Riscossione anche nel periodo di sospensione del Decreto  Legge n. 18 del 17 marzo 2020 cd. “Decreto Cura Italia” tratterà le sue istanze di rateizzazione e le invierà le risposte. Al preavviso di rigetto dunque potrà seguire il rigetto vero e proprio dell’istanza di rateizzazione proposta anche nel periodo di sospensione previsto tra l’8 aprile 2020 e il 31 maggio 2020. 

L’Agenzia delle Entrate Riscossione, tuttavia, nel periodo di sospensione predetto non può notificare nessuna cartella di pagamento nè atti relativi alla riscossione delle medesime. 

Dunque, nonostante il preavviso di rigetto o il rigetto stesso, la riscossione potrà prendere nuovamente avvio solo successivamente al 31 maggio 2020.