Si, è il caso previsto dall’art. 72 bis DPR 602/73, in base al quale, fatta eccezione per i crediti pensionistici, l’Agenzia delle Entrate Riscossione può ordinare al “terzo debitore” (Es. Banca, Datore di Lavoro,…) di pagare il credito direttamente all’Ente, fino a concorrenza del credito per cui si procede.

Il pagamento da parte del terzo dovrà avvenire nel termine di 60 giorni dalla notifica dell’atto di pignoramento, per le somme maturate antecedentemente alla notifica dell’azione esecutiva; alle rispettive scadenze per le restanti somme. 

Nel caso in cui il terzo pignorato sia un soggetto detentore di crediti pensionistici (Es. Inps,…), considerata la particolarità degli stessi, Ex Equitalia dovrà obbligatoriamente instaurare una procedura di espropriazione dinanzi al Giudice dell’Esecuzione del Tribunale competente.