CFC Legal

Un bello “shampoo” per ex Equitalia

articolo a cura di:
Giovanni Perilli
Giovanni Perilli

pubblicazione:

Debito Annullato, ex Equitalia, Carlo Carmine, CFC Legal, Garanti del Contribuente

Avere un debito in testa può rovinare anche la più bella acconciatura. Ma lo “shampoo” a ex Equitalia questa volta lo abbiamo fatto noi.

Come accade a tanti professionisti italiani, anche Andrea si è ritrovato nelle grinfie del fisco. Parrucchiere piemontese molto apprezzato, un giorno scopre di avere un debito con ex Equitalia. Ma lui di quel debito non ne sapeva nulla: come poteva essersene dimenticato?  La cifra, tra l’altro, era anche piuttosto elevata…

È così che incontriamo Andrea, visibilmente scosso per quel debito, tra preoccupazione per il futuro della sua attività e senso di colpa per non aver pagato. Un mix di emozioni comune a professionisti e imprenditori che si rivolgono a noi dopo aver ricevuto una cartella esattoriale o un atto esecutivo da ex Equitalia.

Da subito l’analisi della documentazione non lascia dubbi: quelle cartelle non sono mai state notificate. Intentato il ricorso insieme all’avvocato Simone Forte, è la Commissione Tributaria di Novara a emettere la sentenza. Dopo soli 10 mesi, il debito è annullato per mancata notifica. Un bello “shampoo” per ex Equitalia, “pettinata” a dovere dai Giudici piemontesi.

Andrea oggi continua a lavorare nel suo salone e a rendere felici i suoi clienti, senza più quel debito in testa che gli impediva di vivere serenamente il suo business.

Se anche tu hai ricevuto una cartella esattoriale o un’intimazione di pagamento in cui non vedi chiaro, non perdere tempo!

Richiedi ora la verifica della documentazione e risolvi insieme a noi.

Conosci qualcuno in difficoltà con il fisco? Condividi ora >>

Naviga tra gli altri Casi Risolti:

Riduci dell’80% il debito fiscale

Novità Luglio 2022

Grazie al Nuovo Codice della Crisi puoi risolvere il debito maggiore di 500mila euro e pagare il restante 20% nell’arco di 4 o 5 anni

Gestiamo anche inviti a comparire, avvisi di accertamento, cartelle di pagamento, ipoteche, pignoramenti e intimazioni di pagamento maggiori di 100mila euro, riducendone l’importo fino ad eliminarlo al 100%

Accedi Ora Alla Tua Migliore Soluzione