Rottamazione quater: le ultime notizie, cosa devi sapere e quali sono i dettagli

articolo a cura di:
Ramona Oricchio
Ramona Oricchio

pubblicazione:

rottamazione quater ultime notizie

Rottamazione Quater: ultime notizie

Le ultime novità inerenti alla Rottamazione Quater sono molto importanti per tutti gli imprenditori. Se ti servono quindi più informazioni, ti consiglio di leggere fino in fondo questo articolo perché ti aiuterà a capire tutto più nei dettagli.

La novità più importante del 2023 è sicuramente quella che riguarda la possibilità per i contribuenti di vedere stralciati, almeno in parte, i debiti iscritti a ruolo  dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022.

Ben ventidue anni di cartelle arretrate possono quindi essere estinte in modo agevolato (c.d. rottamazione quater).

Chi aderisce potrà beneficiare di un rilevante sconto, pagando l’ammontare del debito, senza interessi, sanzioni e aggio. 

In altri termini, si verserà solo l’importo dell’imposta, cioè la c.d. “quota capitale”.

Rottamazione Quater, le ultime novità: cosa posso rottamare e cosa no?

È possibile rottamare tutti i debiti affidati alla riscossione dal 1 gennaio 2000 al 30 giugno 2022.

Ricorda, però, che non rientrano nel beneficio della Definizione agevolata alcune tipologie di carichi, esclusi in ragione della loro natura, e in particolare quelli riferiti a:

  • recupero degli aiuti di Stato considerati illegittimi dall’Unione Europea;
  • crediti derivanti da condanne pronunciate dalla Corte dei conti;
  • multe, ammende e sanzioni pecuniarie dovute a seguito di provvedimenti e sentenze penali di condanna;
  • debiti relativi alle “risorse proprie tradizionali” dell’Unione Europea e all’imposta sul valore aggiunto riscossa all’importazione.

Come aderire?

I contribuenti interessati possono aderire al quarto piano di definizione agevolata inviando domanda di adesione entro il 30 aprile 2023. 

L’istanza dovrà essere inviata online e il contribuente riceverà risposta (positiva o negativa) entro il 30 giugno 2023.

Modalità di pagamento, cos’è previsto e come farlo

Rottamazione Quater, le ultime notizie. Per quanto riguarda, invece, le modalità di pagamento, il contribuente che aderisce alla definizione agevolata potrà versare quanto dovuto in una soluzione unica oppure rateizzare quanto dovuto, seguendo le seguenti scadenze:

  • pagamento in soluzione unica entro il 31 luglio 2023
  • o rateizzazione del debito in un massimo di 18 rate, di cui le prime due con scadenza il 31 luglio e il 30 novembre 2023,

 Le restanti 16 rate, ripartite nei successivi 4 anni, andranno saldate il 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno, a decorrere dal 2024. La prima e la seconda rata saranno pari al 10% delle somme    complessivamente dovute, le restanti rate invece di pari importo.

Risolvi la tua situazione debitoria con CFC – Crisi Fiscale d’Impresa

Rottamazione Quater e le ultime notizie, non sono  le uniche possibilità. Quest’anno le opportunità offerte sono molteplici e davvero vantaggiose per professionisti e imprenditori. È il momento di risolvere la tua situazione debitoria perché è oggi il momento in cui puoi ottenere davvero il massimo.

Affidandoti a un team esperto e competente come quello di CFC – Crisi Fiscale d’Impresa può aiutarti a risolvere i tuoi problemi col Fisco, arrivando persino ad annullare o riducendolo anche fino all’80%, pagando il restante in 4 o 5 anni successivi.

In CFC – Crisi Fiscale d’Impresa da oltre 20 anni aiutiamo gli imprenditori a Risolvere le proprie posizioni debitorie con l’Agenzia delle Entrate e l’Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia), eliminando Inviti a comparire, Avvisi Bonari, Avvisi di Accertamento, Cartelle di Pagamento, Ipoteche e Pignoramenti per importi superiori a 100mila euro.

Grazie a un Difensore Patrimoniale puoi iniziare a risolvere il tuo debito con il Fisco, se maggiore di 100mila euro.

Contattaci per scoprire di più, ti richiameremo entro 1 ora.

Risolvi con noi il tuo Debito Fiscale