Ok ai ricorsi avverso l’estratto di ruolo, ma i pregiudizi devono essere presenti al momento dell’impugnazione

articolo a cura di:
Lodovico Poschi
Lodovico Poschi

pubblicazione:

ricorsi estratto di ruolo

I ricorsi avverso l’estratto di ruolo pendenti in giudizio non sono inammissibili.

Lo ha stabilito la sentenza delle sezioni Unite della corte di Cassazione (n. 26283/2022) depositata lo scorso 6 settembre.

La condizione però è che il contribuente riesca a dimostrare che al momento della proposizione dell’impugnazione era presente almeno uno dei pregiudizi previsti dall’articolo 3-bis del Dl 146/2021.

Le tre condizioni per poter impugnare l’estratto di ruolo

A questo proposito ricordiamo che il decreto, collegato alla manovra 2022, ha previsto che l’estratto di ruolo non è impugnabile a meno che non sia presente almeno una di queste tre condizioni:

  1. pregiudizio per la partecipazione a procedura di appalto:
  2. blocco di pagamenti da parte della Pa;
  3. perdita di un beneficio nei rapporti con una Pa.

In tutte le altre ipotesi è impugnabile solo il primo atto con cui si manifesta la pretesa cautelare e/o esecutiva (ad esempio, l’intimazione di pagamento o la comunicazione preventiva di iscrizione ipotecaria).

Il legislatore si è, però, dimenticato di indicare una specifica decorrenza con la conseguenza che la norma, ove ritenuta di natura interpretativa o processuale, poteva essere retroattiva, ovvero decorrente dall’entrata in vigore se considerata sostanziale.

Ricorsi avversi l’estratto di ruolo, la presenza del pregiudizio può essere fornita durante il processo

La Cassazione introduce quindi un elemento di novità: la dimostrazione può essere fornita anche durante il processo.

Nella sentenza in oggetto i giudici richiamano i principi affermati in una sentenza precedente (la n.19704/2015) in base alla quale in presenza di vizi di notifica l’estratto di ruolo è impugnabile anche in caso di mancata conoscenza delle cartelle di pagamento.

Un principio basato su una lettura costituzionale che imponeva che la tutela giurisdizionale non potesse essere compressa, ritardata, resa più difficile o gravosa.

La sentenza 26283/2022 ritiene ormai superato il principio della tutela immediata affermato nel 2015 poiché in caso di omessa o invalida notificazione della cartella il contribuente può contestare il debito solo dopo aver ricevuto la notifica formale di un successivo atto della riscossione (che richiama la precedente cartella).

Con essa il legislatore ha regolato i casi specifici di “azione diretta”, dinanzi ad una invalida notificazione della cartella, dalla quale potrebbe conseguire la necessità di una immediata tutela giurisdizionale. 

Si tratta di una previsione dinamica” che può assumere una diversa configurazione fino al momento della decisione.

La disciplina sopravvenuta si applica così ai processi pendenti perché incide sulla pronuncia della sentenza che è ancora da compiere e non già su uno degli effetti dell’impugnazione.

Dunque, in armonia con il principio del giusto processo (articolo 111 della Costituzione) la dimostrazione del pregiudizio insorto al momento della presentazione del ricorso a causa dell’estratto di ruolo può essere fornita anche durante il processo.

Il contenzioso consente di annullare anche totalmente il tuo debito

Ricorda che il contenzioso è la forma di difesa più efficace per difendersi dal fisco. Lo confermano le statistiche fornite dallo stesse MEF, secondo le quali 1 volta su due il contribuente annulla il suo debito in toto o almeno parzialmente. 

Chiamaci per un consiglio, un nostro consulente patrimoniale ti contatterà entro 1 ora.

Risolvi con il Fisco, una volta per tutte

Riduci dell’80% il debito fiscale

Novità Luglio 2022

Grazie al Nuovo Codice della Crisi puoi risolvere il debito maggiore di 500mila euro e pagare il restante 20% nell’arco di 4 o 5 anni

Gestiamo anche inviti a comparire, avvisi di accertamento, cartelle di pagamento, ipoteche, pignoramenti e intimazioni di pagamento maggiori di 100mila euro, riducendone l’importo fino ad eliminarlo al 100%

Accedi Ora Alla Tua Migliore Soluzione