Pioggia di preavvisi di fermo amministrativo da ex Equitalia, tutti i segreti su come difendersi

articolo a cura di:
Lodovico Poschi
Lodovico Poschi

pubblicazione:

fermo amministrativo

Fermo amministrativo, pioggia di preavvisi sulla testa dei debitori

Il fisco è tornato a picchiare duro. 

Lo stop dell’attività di accertamento e riscossione durante la Pandemia da Covid è solo un lontano ricordo: Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia) hanno ripreso a pieno ritmo l’invio di avvisi di accertamento, avvisi bonari, cartelle esattoriali e intimazioni di pagamento. 

Devi sapere che soprattutto quest’ultima, l’intimazione di pagamento, lascia pochissimo spazio di manovra.

Infatti, per l’imprenditore che la riceve ci sono appena 5 giorni per pagarla, trascorsi i quali scattano le azioni esecutive e/o cautelari come ipoteche e pignoramenti di vario tipo. 

Il fisco non si ferma, una pioggia di preavvisi di fermo amministrativo 

Fra le azioni esecutive c’è anche il fermo amministrativo dei veicoli. 

E anche su questo fronte il fisco sta utilizzando il pugno duro: nei confronti dei debitori sono scattate una pioggia di preavvisi su autoveicoli e motocicli con relativo sollecito a regolarizzare la propria posizione. 

Il contribuente, come previsto dall’art. 86 c. 1 dpr 602/73, ha 30 giorni di tempo per pagare prima che scatti il blocco alla circolazione. In caso di mancato pagamento Agenzia delle Entrate Riscossione procederà, senza ulteriori comunicazioni, ad iscrivere sul Pubblico registro automobilistico (Pra) il fermo amministrativo sul veicolo individuato.

Ma non è il momento di alzare bandiera bianca. Fra poco ti spiegheremo come difendersi nel caso in cui si riceva un preavviso di fermo amministrativo.

I casi in cui il fisco non può iscrivere a ruolo il fermo amministrativo

Prima però, è bene sapere che esistono delle ipotesi limitate nelle quali il fermo amministrativo non viene iscritto, e cioè quando:

  • il debitore dimostra, entro i 30 giorni concessi dall’Ufficio, che il veicolo sia un “bene strumentale” per lo svolgimento dell’attività di impresa o della professione da lui esercitata. (decreto legge n.69/2013 cd. “decreto del fare” convertito con modificazioni dalla legge n. 98/2013);
  • i veicoli sono adibiti o destinati ad uso di persone diversamente abili.
    In questi casi, circa la dimostrazione della strumentalità del bene, il veicolo sottoposto erroneamente alla procedura deve essere di proprietà e il suo utilizzo essere effettivamente rilevante per la quotidiana attività dell’imprenditore o del professionista.

In questi casi, circa la dimostrazione della strumentalità del bene, il veicolo sottoposto erroneamente alla procedura deve essere di proprietà e il suo utilizzo essere effettivamente rilevante per la quotidiana attività dell’imprenditore o del professionista. 

Per ottenere l’annullamento è necessario presentare agli sportelli dell’Agenzia delle entrate-Riscossione, oppure inviare a mezzo raccomandata a/r, il modello F2 “Istanza di annullamento preavviso fermo bene strumentale”, corredato dalla relativa documentazione contabile probatoria (ad es., il registro dei beni ammortizzabili nel quale risulta inserito il veicolo che l’Agenzia delle entrate vorrebbe sottoporre a fermo).

Se l’istanza dovesse essere respinta, non perderti d’animo perché potrai sempre rivolgerti direttamente al Giudice competente inoltrando un apposito ricorso che, con molta probabilità, verrà valutato positivamente, permettendoti nuovamente di utilizzare il tuo veicolo.

Tutti i vizi che possono portare all’annullamento dell’atto

Tornando al caso generale, è comunque importante non arrendersi anche quando tutto sembra perduto. 

Infatti, esistono molteplici ipotesi e profili per i quali è possibile sospendere e annullare un fermo amministrativo. Innanzitutto i termini della notifica del fermo amministrativo, ma anche degli atti precedenti ad esso. 

Ci sono poi molte altre tipologie di vizi che potrai verificare tu stesso quando ricevi il provvedimento di fermo. Le troverai elencate nel libro bestseller “Liberati da Equitalia”, a cura del founder e presidente di CFC Group, Carlo Carmine. 

E’ importante sapere che anche il preavviso di fermo amministrativo può essere annullato: la Corte di Cassazione (ordinanza n. 9516/2018) lo ha infatti incluso negli atti autonomamente impugnabili.

Ricevi un preavviso di fermo? Fatti aiutare da un professionista esperto

Un fermo amministrativo, come abbiamo visto, è una misura cautelare che l’Agenzia delle entrate-Riscossione (ex Equitalia) può utilizzare al fine di recuperare i propri crediti nei confronti del contribuente, composti, ad esempio, da cartelle esattoriali, avvisi di accertamento o avvisi di addebito Inps.

La procedura di fermo prende avvio dal cosiddetto preavviso. Non fare nulla e attendere l’iscrizione al PRA comporta che: 

  • il veicolo non può circolare pena una sanzione pecuniaria che va da 1.988 euro a 7.953 euro
  • da quel momento, non sono opponibili ad Ader eventuali successivi atti di disposizione come la vendita del veicolo.

Un’ultima annotazione. Nel caso in cui non vi sia la presenza di vizi tali da poter cancellare il fermo amministrativo, è possibile comunque richiedere la sospensione del provvedimento facendo domanda di rateizzazione e pagando la prima rata.

Ma anche in questo caso, a causa dell’italico vizio di accavallare norme su norme, esistono alcune contraddizioni per le quali è consigliabile valutare con attenzione le cartelle di pagamento alle quali fa riferimento il preavviso di fermo. 

Meglio dunque farsi aiutare da un professionista competente in materia. 

Vuoi saperne di più? Chiamaci e sarai ricontattato entro 1 ora.

Risolvi con il Fisco

Riduci dell’80% il debito fiscale

Novità Luglio 2022

Grazie al Nuovo Codice della Crisi puoi risolvere il debito maggiore di 500mila euro e pagare il restante 20% nell’arco di 4 o 5 anni

Gestiamo anche inviti a comparire, avvisi di accertamento, cartelle di pagamento, ipoteche, pignoramenti e intimazioni di pagamento maggiori di 100mila euro, riducendone l’importo fino ad eliminarlo al 100%

Accedi Ora Alla Tua Migliore Soluzione