CFC al fianco degli imprenditori, per due anni consecutivi eccellenza legal in Italia secondo Forbes

articolo a cura di:
Lodovico Poschi
Lodovico Poschi

pubblicazione:

eccellenza legal secondo Forbes

CFC, per due anni eccellenza legal secondo Forbes 

Le sfide che attendono gli imprenditori sono sempre più complesse. 

CFC Group, che da più di 20 anni li assiste con l’obiettivo di risolvere le posizioni debitorie verso il Fisco, oggi più che mai è al loro fianco per gestire e risolvere le crisi fiscali d’impresa.

Forbes, la prestigiosa rivista di economia, per due anni consecutivi (2021 e 2022) ha inserito CFC fra le 100 eccellenze legal in Italia.

“Lo consideriamo un riconoscimento di valore assoluto – commenta il founder Carlo Carmineche ci consolida come una delle più importanti realtà in Italia nella tutela del patrimonio e nella gestione del debito fiscale per conto delle imprese.

Da sempre sono convinto che esse siano la spina dorsale della nostra economia e per questo, a maggior ragione in un momento tanto complicato come quello che stiamo attraversando, riteniamo doveroso tutelarle, affinché possano continuare a dare valore alla società, produrre ricchezza e creare più opportunità di lavoro a beneficio di tutti”.

Eccellenza Legal secondo Forbes: CFC Legal, un’azienda in continua crescita

A 18 anni Carlo si trasferisce da Napoli a Milano per frequentare l’Università Bocconi. È il 1993 e il suo obiettivo è diventare un esperto fiscalista internazionale. 

“I miei genitori – racconta Carlo – non avevano la prima media e la professione di commercialista e di avvocato era vista come un punto di arrivo.

Mio padre era un piccolo commerciante e compresi fin da ragazzo che il tema delle tasse toccava in maniera importante la vita degli imprenditori, così decisi di specializzarmi in questo campo”.

Gli anni dell’università passano velocemente, con una formazione affinata con un master del Sole 24 Ore. 

“Nella mia prima esperienza in Kpmg – continua Carlo – nei primi sei mesi guadagnavo 600 mila lire. In quel periodo, iniziai a scrivere sulle riviste e fui chiamato da Deloitte per entrare nel settore della fiscalità internazionale”. 

Una carriera avviata che tuttavia conosce lo sgambetto della storia: “Nel 2001, esattamente il 10 settembre, facemmo l’inaugurazione del mio studio di fiscalità internazionale.

Il giorno dopo caddero le Torri Gemelle e il mondo non fu più lo stesso. Iniziò quindi un periodo complesso e mi accorsi che i risultati economici non erano in linea con tutti gli sforzi che avevo fatto per formarmi”.

La svolta arriva nel 2017, quando la moglie, Alina Quintana, gli consiglia di partecipare a un corso di scrittura per libri.

Dalla grande produzione di libri tematici alla sfida (vinta) di TaxShowLive

Così nel 2018 esce “Liberati da Equitalia”, nel 2019 arriva “Difendi i tuoi soldi per sempre con il trust”, nel 2020 “Da professionista a imprenditore” – In 24 Ore con la formula W.i.a.c.

Infine, nel 2022 “Gestisci e risolvi con Agenzia delle Entrate” scritto a quattro mani con l’Avvocato Simone Forte (vuoi scoprire di più? Clicca qui).

“Nel 2018 – aggiunge Carlo – ho frequentato corsi sul funnel marketing negli Stati Uniti d’America e altri nell’ambito della comunicazione con persone che, per me, sono i più grandi, come Roberto Re, Mirko Gasparotto, Michele Tampieri, Gianluca Lo Stimolo e Giacomo Bruno.

Nel giro di due anni siamo passati da un fatturato annuo di studio di 200-300mila euro ad accordi per oltre 10 milioni in un anno grazie all’applicazione delle strategie di Funnel Social Marketing coordinate da Giovanni Perilli“.

All’apice del successo, l’azienda affronta le difficoltà della pandemia. CFC Legal investe da subito per avere la possibilità di mantenere una piena operatività in smart working. 

È stato un periodo difficile a livello emotivo – ammette il founder di CFC – e non solo finanziario, però noi ne abbiamo approfittato per investire trasformando l’azienda e preparandola alla ripartenza”.

Questo è il periodo in cui nasce l’intuizione di TaxShowLive, un format TV a cadenza bisettimanale trasmesso in diretta su BFC Forbes (canale 511 di Sky) che ospita importanti nomi del mondo della politica, del giornalismo e dell’economia italiana. 

“Da più di 80 puntate – racconta Carlo Carmine – offriamo ad altri imprenditori come noi un contenuto di qualità, animato da una pluralità di voci e di opinioni che, oltre a far riflettere chi ci ascolta sulle questioni di maggior attualità, è diventato un canale informativo unico nel suo genere sui temi fiscali.

Una sfida iniziata nel 2020 in piena pandemia e che oggi possiamo affermare con orgoglio di aver vinto”.

CFC al fianco degli imprenditori, per due anni eccellenza legal secondo Forbes

Nel 2021 Forbes inserisce CFC fra le prime 100 eccellenze del legal in Italia, confermando la scelta anche nel 2022 con tanto di copertina sul numero di marzo dedicata al founder, Carlo Carmine.

“Per noi – commenta il dott. Carlo – questo riconoscimento è stato motivo di grande orgoglio e una spinta a continuare il lavoro che con il mio socio Simone Forte e una squadra di collaboratori straordinaria stiamo portando avanti da anni”.

La riforma appena entrata in vigore ha introdotto nuovi strumenti per gestire la Crisi Fiscale d’Impresa, eliminando l’etichetta del fallito a titolari di aziende in difficoltà. 

Fino a dicembre 2020, infatti, chi aveva debiti con fornitori e Fisco poteva andare in Tribunale e proporre un Concordato Preventivo, con il saldo del solo 30-40% verso i fornitori, e poteva ottenere il loro assenso.

Quasi mai, invece, si poteva ottenere l’assenso da parte dell’amministrazione finanziaria con la conseguenza che, per molte aziende, il tribunale finiva con il dichiararne il fallimento. 

Precisa ancora Carlo Carmine: “Il nuovo codice, che certamente andrà rivisto soprattutto per quanto riguarda gli alert che fanno scattare la crisi, è tuttavia un passo in avanti e ci allinea a livello normativo col resto d’Europa.

Adesso, pur in mancanza di assenso o anche in caso di parere negativo dell’Agenzia delle Entrate, basta l’OK del giudice per ridurre fino all’80% i debiti anche verso il Fisco e pagare il restante 20% in 4 o 5 anni.

Un vero e proprio Saldo e Stralcio che permette all’imprenditore di gettarsi il peggio alle spalle e ritrovare slancio per ripartire”.

L’ultima sfida di Carlo Carmine: la piattaforma TrustMeUp

La sua voglia di condividere e di fare del bene lo ha spinto nell’ultimo triennio a pensare a una nuova sfida.

È nata così TrustMeUp, piattaforma internazionale basata sulla blockchain che ha lo scopo di raddoppiare le donazioni nel mondo e sostenere chi, anche a causa delle sfide economiche che caratterizzano questo tempo, ha bisogno dell’aiuto dell’uomo.

TrustMeUp offre visibilità alle Associazioni Non Profit di tutto il mondo, di ogni genere e categoria, promuovendo le loro cause e unisce le due anime degli utenti digitali: quella del donatore e quella del consumatore.

A parità di budget non dovranno scegliere tra “fare del bene” o “soddisfare un bisogno”, ma grazie ai nostri modelli Dona-Ricevi-Compra e Dona-Comprando potranno donare sempre a costo zero.

Affidati a noi e risolvi con il Fisco

Riduci dell’80% il debito fiscale

Novità Luglio 2022

Grazie al Nuovo Codice della Crisi puoi risolvere il debito maggiore di 500mila euro e pagare il restante 20% nell’arco di 4 o 5 anni

Gestiamo anche inviti a comparire, avvisi di accertamento, cartelle di pagamento, ipoteche, pignoramenti e intimazioni di pagamento maggiori di 100mila euro, riducendone l’importo fino ad eliminarlo al 100%

Accedi Ora Alla Tua Migliore Soluzione